Tavolo Tecnico per l’Energia

TAVOLO TECNICO PER L’ENERGIA:
esperti a confronto su ambiente e risparmio energetico

Hanno preso avvio nel mese di novembre 2016 le attività del “Tavolo tecnico per l’energia”, fortemente voluto dall’Amministrazione della Comunità della Val di Non e composto in egual numero da Amministratori di Valle e tecnici residenti in Val di Non appartenenti ad ogni Ordine professionale (Ordine degli Ingegneri, Ordine degli Architetti, Collegio dei Geometri e Geometri laureati, Collegio dei Periti industriali).

I tecnici che fanno parte del Tavolo sono: ing. Brentari Giorgio, geom. Fondriest Paolo, p.ind. Forno Marco, arch. Franzoso Mirko, geom. Genetti Stefano, p.ind. Marinolli Lino, geom. Menghini Roberto.

Completano il Tavolo gli amministratori: Giacomo Iori del Comune di Revò, Aaron Turri del Comune di Cloz, Daniele Biada del Comune di Campodenno, Luca Chini del Comune di Predaia, Diego Pilati del Comune di Cles, Orietta Viola del Comune di Ton, Gianluca Barbacovi e Silvano Dominici per la Comunità della Val di Non.

La finalità del tavolo è quella di diffondere buone pratiche in tema di efficienza energetica, promuovere la formazione e l’educazione in tema di ambiente ed energia, valutare nuove progettualità. Gli incontri fin qui svolti hanno fatto emergere la volontà di affrontare temi importanti quali quello della mobilità sostenibile, dell’efficientamento del patrimonio edilizio pubblico e privato, della costituzione di una filiera locale che valorizzi in una filiera locale la biomassa prodotta in Val di Non.

L’istituzione del Tavolo si fonda quindi sull’importanza della collaborazione tra Amministratori locali e tecnici professionisti di Valle, soprattutto in materia di energia, mobilità sostenibile e diffusione di buone pratiche, sia in campo energetico che ambientale.

Compito primario del “Tavolo tecnico per l’energia”, sarà quello di proporre e dare indicazioni sulle azioni e sulle strategie da adottare nell’ambito del PAES (Piano d’azione per l’energia sostenibile) per raggiungere gli obiettivi che lo stesso si pone. Il documento d’azione PAES, adottato dai Comuni della Val di Non, si pone attualmente come obiettivo la riduzione della produzione di C02 del 20% entro il 2020 e l’aumento del 20% di produzione di energia da fonti rinnovabili (prendendo come base di riferimento l’anno 2008).  Le Amministrazione comunali della valle stanno già ampliando la prospettiva su un periodo temporale più ampio tale da permettere l’attuazione di politiche energetiche più efficaci. L’adesione al nuovo PAESC (Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima) impegna le Amministrazioni ad una riduzione di CO2 del 40% entro il 2030 ed ad adottare misure per l’adattamento al cambiamento climatico.

COSA DICONO I COMPONENTI DEL TAVOLO

Luca Chini (assessore all’efficienza energetica del Comune di Predaia): “Abbiamo colto l’occasione della manifestazione di Radio2 M’Illumino di Meno per entrare nella scuola e parlare di efficienza energetica. Siamo convinti che i risultati si otterranno solamente se si lavorerà sulla cultura e sull’educazione al risparmio facendo capire che ciascuno di noi può dare il proprio contributo. I nostri studenti delle medie hanno partecipato attivamente all’iniziativa andando a scoprire le avanzate tecnologie in tema di efficienza energetica impiegate nel nuovo edificio scolastico di Taio. Ho visto i ragazzi mettere tanta passione in questo lavoro e questo fa ben sperare nel futuro”

 

Daniele Biada (sindaco di Campodenno): “già da qualche anno abbiamo avviato un percorso con il progetto Centralab promosso oltre che dall’Amministrazione comunale da importanti partner europei come Informatica Trentina. Si tratta di un sistema di gestione smart dell’illuminazione pubblica che punta non solo ad una decisa riduzione dei consumi di energia elettrica ma anche ad una attenta gestione del patrimonio pubblico integrandosi con altri sistemi come la videosorveglianza. Ritengo che si debba puntare sull’innovazione non solo nell’introduzione dell’illuminazione a led e di sistemi efficienti dal punto di vista energetico (con alcune frazioni del paese di Campodenno già riconvertite a led) ma anche sull’implementazione con servizi ai cittadini. Da qui l’idea di sostenere lo sviluppo della dorsale della fibra ottica investendo su connettività e comunicazione per avvicinare il nostro territorio ad altri più competitivi”

 

Silvano Dominici (Presidente della Comunità della Val di Non): “Vedo una sensibilità crescente da parte dei cittadini in tema di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica. Una condivisione ampia è importante: il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia del 20-20-20 dovrà sempre più trasformarsi in un patto tra Pubblica Amministrazione, Imprese, Cittadini. In alcuni settori abbiamo fatto dei grandi passi in avanti; il grande lavoro di sensibilizzazione promosso dal protocollo Klimahouse in Sudtirolo ha portato ad un innalzamento sensibile degli standard di efficienza energetica in edilizia su tutto il territorio nazionale. Decisamente meno si è investito in tema di mobilità sostenibile, settore che contribuisce per ben 1/3 alle emissioni complessive di anidride carbonica in Val di Non. Sono fermamente convinto che il tema mobilità significa non solo riduzione delle emissioni di CO2 emesse in atmosfera ma anche assottigliare quel gap di servizi tra centro e aree più dislocate, tema fondamentale per un territorio montano come quello del Trentino”

SEGUITECI SULLA PAGINA FACEBOOK “ENERGIA SOSTENIBILE VAL DI NON”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...